Travaglio sulla libertà  di stampa

Marco Travaglio non mi stava affatto simpatico: pensavo fosse il solito qualunquista che spara nel mucchio col mirino tarato male (e coglie sempre il solito berlusconi).’  Poi ho letto il suo libro “La scomparsa dei fatti” e mi sono ricreduto.’  Travaglio mira bene e non risparmia critiche pesanti e feroci a chicchessia.’  È uno che deve stare antipatico a molti, sicché ora mi risulta davvero molto simpatico. Il suo intervento sul blog COMMUNICAGROUP » Al Cittadino non far Sapere è assolutamente da leggere:

Questa è una legge che, se passerà  pure al Senato, impedirà  ai giornalisti di raccontare – e ai cittadini di conoscere – le indagini della magistratura e in certi casi persino i processi di primo e secondo grado.