non c’è che dire: l’ ennesima applicazione pratica del concetto di “muro di gomma”. ma non esiste un modo valido per far sentire la nostra voce di consumatori? rivolgersi alle associazioni di categoria non mi è mai sembrata una strada percorribile (ho sempre il sospetto che salgano sul carro che più gli fa comodo), far valere le nostre preferenze in fase di acquisto non è sempre possibile (vedi nel caso di “cartelli” come assicurazione e gestori di fonia), non parliamo di intentare incerte cause legali!