Ordine dei Giornalisti, ma per piacere

Farina, il giornalista sospeso dall’ordine per aver pubblicato articoli sotto dettatura dei servizi segreti (e ricevendo soldi da questi), continua a scrivere sul suo giornale, Libero. Geniale il trucco: i suoi articoli sono classificati come lettere al direttore. Chapeau al direttore, bravo.

C’è una ridda di commenti scandalizzati in giro che vorrebbero Farina bandito per sempre. Il bello è che nessuno di quelli che criticano legge Libero, il che mi fa immediatamente pensare “ma che vi cambia se Libero pubblica Farina?” È una questione di principio? Cioè, se un blogger scrive cazzate non lo leggi e finisce lì. Se un giornalista scrive cazzate non compri il giornale e finisce lì. IMHO non sta lì il problema

Credo che invece di criticare Libero e il suo direttore sarebbe il caso di usare questo ‘caso’ come ulteriore dimostrazione che l’Ordine dei Giornalisti va abolito. Punto, finita lì. Saranno i lettori a decidere se una testata è seria o no. Basta con queste leggi fasciste: le testate registrate al tribunale, il professionista direttore responsabile… basta, tanto tra web/blog e lettere al direttore non servono più a niente se non a istituire controllo politico sulla società .

Agenda for the Meeting finalised

There was a positive reaction on the Fellow’s discussion list about the eZ workshop, so probably it is time to close the agenda and start getting ready to travel to Bolzano for the first international meeting of Fellows.  We will take the whole day to get together, learn eZ Publish, listen to Werner teach uses of the Fellowship cryptocard,  hear the big surprise announcement, play with advocacy. And don’t forget that there will be the night too, with dinner and good beer and chats.

It’s exciting!  I can’t wait to meet you there.  Spread the word: the more, the merrier.

How about a workshop on eZ Publish?

During the past days I have been more busy than usual with the Fellows volunteering to maintain and enhance the Fellowship portal.  I realized that eZ is probably not so difficult to play with, once you get the basics.

Thinking about the upcoming meeting I thought: why not try inviting a eZ expert to Bolzano to give us a brief introduction to eZ Publish?  I have asked some people around and after a first round of email exchange I can say that a brief workshop on eZ is doable.

I think it would be great to have more people involved in shaping the portal.  Would you be interested in a couple of hours hacking php code with eZ while in Bolzano?  Shall we add a topic to the agenda and start finalising it?

I CAP accessibili via web2.0

Claudio si è divertito a scrivere una pagina Ajax per accedere all’elenco dei CAP liberati (o su gnuvox). I dati pubblici consentono anche di migliorare l’interfaccia di Poste Italiane, poco accessibile e spesso non disponibile.

ATTENZIONE.Non siamo in grado di affermare che l’elenco sia completo, per cui non consigliamo l’uso per scopi professionali, che avviene comunque ‘a rischio e pericolo’ dell’utente.

Catching up with the blog

I have been offline for the past days, after the crisis with the server that powers this site.  Basically, what happened is related to the Fellowship’s success: the traffic on the site grew faster than we planned, which makes everybody happy except our server that is under stress.

Working on eZ to repair and optimize the site made me think that it would be nice to have a eZ workshop at the coming Fellowship Meeting in Bolzano.   What do you think?  We can invite eZ publish experts to hack on fsfe.org site, if somebody is interested.

Che pacco i Pirati Disney tradotti

Ieri ho visto Pirati dei Caraibi, La maledizione della luna nera in italiano. L’avevo già  visto in inglese ed ero curioso di vedere come erano stati adattati gli splendidi accenti inglesi. Che delusione: in italiano è tutto piatto, non ci sono gli arrr e gli aye che rendono il film così gustoso. Speravo di imparare a parlare come un pirata in italiano.

La finanziaria modifica la legge sul diritto d’autore?!

La legge sul diritto d’autore (633 del 1941) attualmente in vigore consente la riproduzione libera e gratuita di articoli di giornali, riviste o anche audio purché si citi la fonte. Questo diritto è la linfa di tutte le rassegne stampa.

La finanziaria (ma cosa c’entra la finanziaria con la legge sul diritto d’autore?) invece modifica la legge obbligando chi fa rassegne stampa a corrispondere un compenso agli editori dei giornali da cui sono tratte le citazioni.

Più vedo questo governo in azione più mi sento affranto e sconsolato: ma Prodi non doveva essere meglio di Berlusconi? Qualcuno mi fa vedere la dove starebbe la differenza? E siamo solo agli inizi…

Via MANTEBLOG,il weblog di Massimo Mantellini