Dal marketing alla ricerca operativa

Da tecnico continuo a guardare a Second Life con un misto di ammirazione e disprezzo.’  Per certi versi questo periodo pionieristico mi ricorda i primi anni di Internet, quando tutti volevano un sito web ma la maggior parte di noi non sapevano bene tutti come guadagnarci, ma allo stesso tempo ci giravano intorno un sacco di soldi. Sta accadendo qualcosa di simile con SL, ma stavolta il potenziale mi sembra maggiore.

Peccato tutto questo debba finire non appena il morboso interesse della stampa finirà  inevitabilmente con l’esaurirsi.

Non penso si esaurirà : Linden Lab ha iniziato ad aprire il codice della sua infrastruttura tecnologica, il client è già  disponibile mentre ferve il lavoro sul codice dei server.’  SL non scomparirà  come altri ambienti di chat 3D prima.’  Se pure accadesse, il seme è gettato: il web3.0 (quando arriverà ) sarà  più simile a SL, un mondo tridimensionale dove le interazioni tra utenti sono più simili a quelle che conosciamo nel mondo reale.’  Pensa che bello sostituire alle discussioni via blog/flickr/myspace ecc facce, espressioni, gesti.

C’è tanta potenzialità  in SL e sono davvero grato a tutti questi dipartimenti di marketing che stanno finanziando tante sperimentazioni di hacker capaci: è anche con i soldi di queste aziende che si costruisce il futuro del web.
Blogs4biz – L’inutile Seconda Vita del marketing

3 thoughts on “Dal marketing alla ricerca operativa

  1. Dopo sette mesi di utilizzo approfondito di Second Life sono assolutamente d’accordo con quello che hai scritto – a partire dall’aspetto pioneristico, per passare alla probabile durata nel tempo di Linden Lab, per finire alle grandi potenzialita’ (secondo me ancora non ben delineate, proprio perche’ di fase pioneristica si tratta) di questa piattaforma.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *