L’articolo che ho riportato è molto interessante, anche perché mette in evidenza l’importanza delle persone nei processi di “ibridazione” impresa-community. La suddivisione del lavoro infati non è analoga a quella che avviene all’interno di una impresa, la potenza che il volontario (pagato o meno) può esprimere è funzione dei meccanismi di governo. L’elemento tecnologico, che pure riveste una grande importanza poiché è dalla modularità  che nasce l’opportunità , non è certo l’unico.